Coltivare e raccogliere la nigella (cumino nero)

Consigli per la coltivazione e il raccolto
21 giugno 2010


Ci sono delle volte in cui la coltivazione di una pianta è sofferta e deludente: semi che non germogliano, piante che muoiono prima del trapianto, attacchi di parassiti, afa e vento, fiori che non allegano...
Niente di tutto questo è successo con la nigella, coltivata per curiosità semplicemente facendo germogliare i semi in primavera e stando a vedere cosa accadeva.

Semi di nigella

La nigella (Nigella sativa)


La nigella è nota con parecchi nomi diversi, che si riferiscono in realtà a spezie o piante non correlate: cumino nero, coriandolo romano, cipolla nera, grano nero...
Si tratta in realtà dei semi della pianta nigella sativa, che vengono usati come spezia in diverse parti del mondo, principalmente in India, medio oriente e Russia, ma la cui fama si è diffusa anche nel mondo occidentale.

I semi di nigella (cumino nero) hanno un gradevole aroma di cipolla con retrogusto fruttato e leggermente amaro. Si usano principalmente nell'impasto o come guarnizione per pani e biscotti salati, e arricchiscono insalate, sandwich e creme di verdure. Si possono usare nella preparazione di sottaceti.
Si accostano bene a pesce, pollo e verdure, soprattutto zucca e zucchine.


Nigella

Coltivare la nigella (cumino nero)


La nigella si semina a inizio primavera, a una profondità di non più di 1 cm, direttamente a dimora, con una distanza di impianto di 20-25 cm (la pianta si sviluppa soprattutto in altezza).


Fiore di nigellaLa pianta cresce fino a circa 40 cm, con graziosi fiori bianchi larghi 2-3 cm, che diventano azzurri il giorno dopo.

Non dimentichiamo infatti che la pianta è imparentata con la Damigella (Nigella damascena), non commestibile ma coltivata a scopo ornamentale per i suoi particolari fiori azzurri, una versione più grande e elaborata di quelli della nigella sativa.


Baccello di nigellaUna volta sfioriti, i fiori generano dei baccelli di semi dalla particolare forma aliena.
Dopo meno di quattro mesi dalla semina la pianta arriva alla fine del suo ciclo vitale, i baccelli diventano color sabbia e tutta la pianta muore.

Raccogliere i semi di nigella è molto semplice, è sufficiente schiacciare i bacelli perché i semi fuoriescano, quasi del tutto liberi da elementi di scarto.


La nigella è coltivabile in vaso. Gradisce esposizione soleggiata e terreno non troppo umido.

Nigella: scheda di coltivazione


Semina


Quando seminare: inizio primavera, direttamente a dimora.
Profondità della semina: 1 cm
Semina autunnale: sconsigliata

Trapianto


La nigella può essere trapiantata in caso di necessità ma trattandosi di una pianta a sviluppo veloce è bene seminare direttamente nella dimora definitiva.
Coltivazione in contenitore: possibile, la pianta si sviluppa soprattutto in altezza.

Posizione e cure


Terreno: asciutto, senza ristagni.
Esposizione: soleggiata.
Clima: gradisce un clima caldo, ma teme la siccità.

Aspetto della pianta


Altezza: 40 cm
Foglie: di forma bipennata e colore verde chiaro.
Fiori: di colore bianco appena fioriti, con tendenza a diventare azzurro chiaro mentre appassiscono.
Periodo di fioritura: tarda primavera o inizio dell'estate.
Semi: crescono in baccelli dalla forma cilindrica, sono piccoli e di colore nero/grigio scuro

Raccolto


Cosa raccogliere: la nigella si coltiva per il raccolto dei semi, noti anche come cumino nero.
Periodo del raccolto: quando i baccelli diventano marrone chiaro.
Conservazione: i semi di cumino nero si conservano essiccati

Fine stagione


Comportamento: annuale
Note: la pianta ha un ciclo vitale piuttosto breve, in genere muore dopo meno di quattro mesi dalla semina.
Semi: conservare i semi dall'aspetto mitliore per la semina dell'anno successivo


Nigella

Ricette con la nigella


Naan di farina di soia con nigella

Sandwiches al tonno, nigella e basilico thai

Sfogliate tutte le ricette con la nigella (cumino nero)

Maggiori informazioni: La nigella (cumino nero) in cucina


Frittelle di lenticchie rosseProvate la nigella nella ricetta indiana Frittelle di lenticchie rosse con chutney al cocco su Il meglio in Cucina.



Biscotti al formaggio e cuminoUn anno fa:

Biscotti al formaggio e cumino
Potrebbe interessarvi...

Coltivare l'issopo


Consigli per la coltivazione e il raccolto
3 commenti

Gallery correlate



Commenti

Autore: elenadir (URL)
10/03/2013

Cercavo info sulla Nigella, e ho trovato questo sito. Vi posso dire che finirete tra i mie preferiti, ammiro il lavoro che avete (hai) fatto. Complimenti!


Autore: Graziana
19/03/2013

Ciao Elenadir, grazie per i complimenti, la nigella (o cumino nero) è una spezia interessantissima tutta da scoprire!


Autore: davide
17/09/2015

ottimi consigli, nei paesi arabi viene anche fatto un olio con questi semi che pare abbia molte proprietà curative


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


 


Per commentare inserire le scritte della foto nella casella sottostante.
Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Ricetta: Frollini alla salvia e menta
Dolci alle erbe e spezie
Un pizzico di salvia e della menta essiccate, dal raccolto dell'estate scorsa, aromatizzano questi frollini croccanti eppure morbidi dentro, perfetti da inzuppare. Le erbe si sento...

Ricetta: Crema di asparagi al curry
Zuppe e creme di verdure alle erbe e spezie
Il curry è una miscela di spezie originaria della cucina indiana, ma ben nota in tutto il mondo. Uno degli ingredienti principali è la curcuma, che dona ai cibi una nota decisa di ...

Riconoscere erbe e spezie: le brassicaceae
Coltivare le erbe aromatiche
Tra le brassicaceae si annoverano non solo tutte le varietà di cavolo, ma anche diverse erbe aromatiche e spezie, tra cui senape, rafano, crescione e numerose verdure da taglio di ...

Ricetta: Insalata di spinaci, capicollo e cranberries
Dall'orto al piatto
Tra le mie scoperte degli ultimi anni, una delle più apprezzate dalla mia famiglia sono stati gli spinaci indiani, noti anche come malabar. Si tratta di una pianta in realtà non...

Fiori di ravanello
I fiori che non vi aspettate
Come ogni anno, a fine estate ho seminato le colture autunnali, erbe e ortaggi adatti alla stagione fredda: coriandolo, aneto, prezzemolo, cerfoglio, ravanelli, carote, barbabietol...

Tutti gli articoli