Ottobre in terrazzo: Insalata in autunno e inverno

Coltivare in balcone e in terrazzo
21 ottobre 2009


Anche se durante la stagione fredda si preferisce consumare le verdure cotte, magari in forma di confortanti zuppe, minestre e chowder, è bene non far mancare dalla nostra tavola nemmeno le verdure da taglio crude: esse infatti apportano importanti elementi nutrienti, vitamine e sali naturali.

Pak Choi e SpinaciLe verdure a foglia danno ottimi risultati in contenitore, e con l'accorgimento di scegliere varietà più resistenti alle basse temperature avrete fresche insalate dal vostro terrazzo per tutto l'autunno e parte dell'inverno.

Nella foto a sinistra l'orientale pak-choi e a destra dei classici spinaci, entrambi rigogliosi e pronti da raccogliere.


Le verdure da taglio si possono raccogliere tagliando la pianta alla base, ma anche scalarmente, scegliendo le foglie esterne più sviluppate e lasciando crescere quelle interne fino al prossimo raccolto. Questo tipo di raccolto è consigliabile in contenitore perché inizia prima, e prolunga il tempo del raccolto, ottimizzando l'utilizzo dello spazio limitato.

Lattuga RomanaVivai ben forniti vendono a Settembre delle piantine con pane di terra, come questa lattuga romana: sarà sufficiente trapiantarle nel vostro contenitore con una distanza di impianto di 10-15 cm, e aspettare che si sviluppino.


Tuttavia coltivando dai semi anziché acquistando delle piantine, è possibile coltivare piante anche meno note, per gustare sapori freschi appena raccolti di ogni colore e da tutte le parti del mondo.

Spinaci

Spinaci


Gli spinaci sono in genere abbastanza resistenti al freddo, e adatti alla coltivazione in spazi ridotti. Le piante moriranno non appena arrivano le prime gelate notturne, quindi esaurire il raccolto non appena le temperature si abbassano troppo.

Nella foto gli spinaci Reddy con forma e gusto simile agli spinaci, ma foglie venate di viola per una interessante variazione cromatica.


Spinaci Nuova ZelandaGli spinaci della Nuova Zelanda sono una pianta originaria di Australia e Nuova Zelanda, scoperta dal capitano Cook e utilizzata per integrare la dieta dei marinai, sempre troppo povera di vitamine.
La pianta è piuttosto diversa dagli spinaci, con piccole foglie a forma di cuore, croccanti e saporite. Merita però il nome perché il gusto delle foglie, sia cotte che consumate crude ricorda molto quello degli spinaci.
Gli spinaci della Nuova Zelanda sono estremamente resistenti al clima freddo, e contrariamente a altre varietà di verdura da taglio resistono bene anche alla siccità: seminateli nei vostri contenitori e avrete una pianta perenne, da raccogliere per molti mesi all'anno.


Crescione

Il crescione


Come il nome suggerisce, il crescione è una pianta a crescita rapida, che seminata anche più volte durante la stagione fredda darà raccolti per molti mesi. Esistono diverse varietà di crescione, ma mentre il crescione d'acqua è una pianta acquatica che richiede qualche attenzione in più, il crescione comune (crescione dei giardini o crescione inglese) nella foto invece si coltiva in modo molto simile a altre verdure da taglio, con l'accorgimento di non fargli mai patire la siccità.


Crescione di terraMeno noto ma altrettanto consigliato è il crescione di terra, o crescione americano.
Nonostante le sue foglie a forma di cuore sembrino molto diverse da quelle del crescione, il crescione di terra vi assomiglia moltissimo: è produttivo e precoce, con lo stesso gusto pungente, ottimo su carne, uova e salmone affumicato.

Coltivare il crescione
Ricette con il crescione
Il crescione di terra


Coste arcobaleno

Le coste


Anche le coste sono abbastanza resistenti per essere coltivate in autunno. In contenitore tuttavia non si svilupperanno come in terra, producendo foglie più piccole da raccogliere scalarmente.

Esistono coste con gambi di colore diverso dal classico bianco: a stelo giallo, rosa e rosso cupo. In commercio vengono spesso vendute come coste arcobaleno ma si tratta in realtà di un miscuglio di semi di piante diverse: ogni pianta produrrà sempre foglie dello stesso colore.


Leggete l'articolo voglio provare... le coste rabarbaro per indicazioni dalla semina al consumo in cucina di una varietà molto interessante di coste, dette rabarbaro per via del colore rosato degli steli.

Senape nera

La senape


Molto nota per i semi, usati come spezia e per produrre la salsa che porta lo stesso nome, la senape è coltivabile anche per il consumo delle foglie, dal gradevole gusto pungente, da consumare crude quando tenere, o cotte più avanti.

Anche varietà di senape da seme come la senape nera producono ottime foglie da consumare in insalata soprattutto da tenere, perché diventano un po' ruvide crescendo.


Senape rossaLa senape rossa è una varietà coltivata per le foglie, venate di rosso cupo e dalla forma particolare. E' una pianta molto resistente alle basse temperature, e estremamente produttiva.


Tutte le varietà di senape sono a sviluppo piuttosto rapido, e saranno pronte da raccogliere dopo due settimane dalla semina. Trovate recensioni di diverse varietà di senape nell'articolo: senape da seme e da foglie.

Pak Choi

Insalate orientali


Da diversi anni si stanno diffondendo anche in Italia molti tipi di verdure orientali, che come altre verdure da taglio si consumano crude quando tenere, e cotte o saltate in padella più avanti.

Tra le più consigliate il pak choi o tatsoi, con foglie leggermente carnose e steli bianchi, croccanti e dolci, che ricordano quelli delle coste.

Ricette con pak choi/tatsoi


MizunaDa una buona resa in contenitore anche la mizuna, detta anche senape giapponese, verdura con foglie seghettate dal gusto leggermente pungente e particolare, pronta da raccogliere a meno di un mese dalla semina.

La mizuna ha anche il pregio di essere immune dalle cavolaie, che invece amano molto altre verdure da taglio.
Maggiori dettagli nell'articolo: la mizuna.


Trovate molte altre verdure di origine orientale nell'articolo: un tocco di oriente.

Altre idee per verdure da taglio da coltivare in autunno:
La sanguisorba
La portulaca invernale
La borragine
Il cerfoglio
L'erba stella
Il tarassaco



Nascita peperonciniDue anni fa:

Peperoncini indoor, 2: nascita
Potrebbe interessarvi...

Novembre in terrazzo: i lavori autunnali


Coltivare in balcone e in terrazzo
0 commenti


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


 


Per commentare inserire le scritte della foto nella casella sottostante.
Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Ricetta: Crema di asparagi al curry
Zuppe e creme di verdure alle erbe e spezie
Il curry è una miscela di spezie originaria della cucina indiana, ma ben nota in tutto il mondo. Uno degli ingredienti principali è la curcuma, che dona ai cibi una nota decisa di ...

Riconoscere erbe e spezie: le brassicaceae
Coltivare le erbe aromatiche
Tra le brassicaceae si annoverano non solo tutte le varietà di cavolo, ma anche diverse erbe aromatiche e spezie, tra cui senape, rafano, crescione e numerose verdure da taglio di ...

Ricetta: Insalata di spinaci, capicollo e cranberries
Dall'orto al piatto
Tra le mie scoperte degli ultimi anni, una delle più apprezzate dalla mia famiglia sono stati gli spinaci indiani, noti anche come malabar. Si tratta di una pianta in realtà non...

Fiori di ravanello
I fiori che non vi aspettate
Come ogni anno, a fine estate ho seminato le colture autunnali, erbe e ortaggi adatti alla stagione fredda: coriandolo, aneto, prezzemolo, cerfoglio, ravanelli, carote, barbabietol...

Riconoscere erbe e spezie: le ombrellifere
Coltivare le erbe aromatiche
Alla famiglia delle Apiaceae, Umbelliferae o comunemente Ombrellifere appartengono numerosissime erbe aromatiche e spezie quali prezzemolo, sedano, coriandolo, aneto, cumino, anice...

Tutti gli articoli

In evidenza

Semine primaverili